home
home
 Nella seconda metà del 1600 Francesco Procopio dei Coltelli, un pescatore siciliano, perfezionò una macchina inventata dal nonno per fare il gelato.
Stanco del suo lavoro si trasferì a Parigi dove ne cambiò la ricetta e nel 1686 aprì un locale che riscosse subito enorme successo per le sue granite ed i suoi sorbetti.
Protetto dalla Casa Reale e frequentato da artisti ed intellettuali come Hugo, Balzac, Voltaire, un genio italiano che fece uso di zucchero, frutta fresca e prodotti naturali, diede vita alla prima gelateria letteraria d'Europa: il "Café Procope".

 
Sito In aggiornamento

Site Map